Crea sito

CHI SIAMO

U.D.i.RE è un ’organizzazione nazionale senza fini di lucro, apolitica, apartitica ed aconfessionale, costituita da cittadini e professionisti per offrire un servizio volto a tutelare tutte le PERSONE vittime di violenza, a gestire i conflitti familiari, le crisi delle relazioni affettive e promuovere, tutelare i diritti civili delle PERSONE in ogni settore della vita sociale.

U.D.i.RE è il primo Centro Antiviolenza in Genere d’Italia a tutela di tutte le PERSONE (Uomini, Donne, Lgbti, Bambini, Anziani, Disabili), vittime innocenti di maltrattamenti e violenza in diversi ambiti di questa societá e spesso fra le mura domestiche, in quell’ambito ritenuto sicuro.

U.D.i.RE vuole essere un importante strumento per garantire il diritto alla vita, alla libertà ed alla sicurezza della propria persona ad ogni essere umano, ponendo in essere iniziative idonee a realizzare politiche di pari opportunità in campo istituzionale, economico, sociale e culturale, al fine di dare effettiva attuazione ai principi di uguaglianza e di parità sociale sanciti dalla Costituzione e dalle Convenzioni internazionali, rimuovendo quegli ostacoli che costituiscono discriminazione diretta ed indiretta nei confronti delle PERSONE, contribuendo al massimo sviluppo dell’autonomia, dell’identità e della specificità delle PERSONE.

Tuteliamo le Donne, ma senza odiare gli Uomini

Nell’ambito della violenza familiare, U.D.i.RE non intende assolutamente sminuire e/o negare la violenza che le DONNE subiscono, ma nel piú assoluto rispetto della Convenzione di Istanbul (che non dimentica certo di ricordare che anche uomini e bambini possono essere vittime di violenza), ritiene necessario affrontare il problema dei maltrattamenti rifiutando quelle rappresentazioni troppo semplificate della realtá, quegli stereotipi che attribuiscono a priori a tutti quelli che appartengono a un genere le stesse caratteristiche.

 


STATUTO U.D.i.RE – UOMINI E DONNE IN RETE

Articolo 3 – Scopo, Valori, Finalitá e Azioni

1. Lo scopo dell’associazione è quello di diffondere la tutela delle persone (uomini, donne, Lgbti, bambini, anziani, disabili di seguito “Persone”) da ogni forma di violenza, soprattutto in ambito domestico, educando al rispetto delle persone, alle pari opportunitá ed operando nel rifiuto totale della violenza e di qualsiasi forma di discriminazione.

2. L’associazione opera per la costruzione di una societá laica e democratica in cui le libertá individuali, i diritti umani e civili siano riconosciuti, promossi e garantiti senza discriminazioni fondate sull ’orientamento sessuale, l’identitá di genere e ogni altra condizione personale e sociale e in cui la personalitá di ogni individuo possa realizzarsi in un contesto di pace e di sereno rapporto con l’ambiente sociale e naturale. L’associazione inoltre opera e promuove qualsiasi iniziativa a difesa dell’ambiente e della salute delle persone;

3. L’associazione rifiuta ed intende contrastare, qualsiasi forma di violenza, pregiudizio e discriminazione delle Persone, lottando contro qualsiasi attivitá, teoria, ideologia capace di fomentare, propagandare e promuovere l’odio di genere e/o lo scontro tra sessi, in ogni ambito della societá e delle istituzioni, ritenendo tutte le Persone potenziali vittime di violenza meritevoli di ricevere ugual tutela dalle istituzioni e soprattutto dai centri antiviolenza e di assistenza delle Persone.

4. L’azione di U.D.i.RE si fonda sui seguenti valori: la libertá, la pace, l’inclusione sociale, l’uguaglianza, la non violenza, il rifiuto di qualsiasi totalitarismo e il ripudio della guerra come strumento di offesa alla libertá degli altri popoli, delle Persone e come mezzo di risoluzione delle controversie.

5. I soci che fanno parte dell ’Associazione “Uomini e Donne in Rete contro ogni forma di violenza”, tenendo conto delle realtá territoriali e locali, concordano di raggiungere le seguenti finalitá generali:

a. perseguire l’eliminazione della violenza sulle Persone, in quanto violazione dei diritti umani e civili;
b.operare con un metodo capace di valutare tutti gli ambiti di impatto della violenza nella vita di una persona e dei bambini (individuale – sociale – lavorativo – relazionale – salute psicofisico, ambientale), tenendo conto delle direttive e delle raccomandazioni di organismi internazionali quali le Nazioni Unite e l’OMS;
c. svolgere un ruolo politico di sensibilizzazione e di promozione di politiche nazionali, locali e internazionali per la diffusione di una cultura della non violenza, dell’uguaglianza e delle pari opportunitá anche attraverso interventi legislativi specifici e per la predisposizione di servizi adeguati alle necessitá di tutte le Persone che subiscono violenza;

6. Per il raggiungimento dell’obiettivo dell’associazione, i soci concordano di:

a. agire attraverso la costituzione di un sportello di ascolto e di accoglienza, volto a supportare il soggetto vittima di violenza, sia da un punto di vista psicologico che legale;
b. fornire tutte le informazioni adeguate e del caso, attraverso l’organizzazione e la promozione di eventi culturali, sportivi, convegni, concerti, installazioni, seminari, dibattiti, proiezione di film e documentari, mostre, conferenze, pubblicazioni ivi inclusa la diffusione e la pubblicazione di materiale editoriale e quanto altro utile al raggiungimento delle finalitá specifiche dell ’associazione;
c. svolgere le attivitá suddette anche in aree pubbliche comprese quelle del demanio marittimo, attrezzate o non attrezzate, coperte o scoperte; il tutto ovviamente nel rispetto delle formalitá di autorizzazione richieste dagli enti interessati;
d.Realizzare e promuovere attivitá educative formative e a carattere professionale, rivolte ai volontari, agli operatori, ai cittadini italiani e stranieri.
e. Attivitá di informazione e di aggiornamento anche professionale rivolte al mondo della scuola, ai docenti, agli studenti di ogni ordine e grado in collaborazione con i Ministeri, le istituzioni scolastiche territoriali e le istituzioni decentrate di competenza e riferimento.
f. Promuovere l’istituzione di osservatori di monitoraggio dei fenomeni legati alla violenza sulle Persone, al pregiudizio, alla discriminazione intesi nella loro piú ampia eccezione.
g. Promuovere una maggiore consapevolezza sui temi dei diritti civili, del superamento del pregiudizio, della lotta per l’abolizione di ogni forma di discriminazione nell’opinione pubblica e della lotta per il contrasto ad ogni forma di violenza sulle Persone da attuarsi tramite l’intervento sui mass media, attraverso l’attivazione di propri strumenti e occasioni di formazione e attraverso l ’attivitá promozionale e promulgativa delle sedi legislative di ogni ordine e grado.
h. Lottare contro ogni forma di discriminazione e di violenza sulle Persone anche attraverso il ricorso all’autoritá giudiziaria in sede civile, penale ed amministrativa ivi compresa la possibilitá di promuovere delle azioni di classe. Promuovere la costituzione di parte civile in ogni grado di giudizio esercitando ogni attivitá connessa;
i. Collaborare ed essere forza di pressione verso le istituzioni e le forze politiche affinché siano messi in atto attivitá finalizzate a contrastare il fenomeno della violenza, (soprattutto in ambito domestico) sulle Persone, attraverso attivitá finalizzate a diffondere una cultura della non violenza, attraverso la messa in atto di buone pratiche antidiscriminatorie e soprattutto, attraverso la costituzione di centri antiviolenza a tutela di tutte le Persone vittime di violenza, offrendo un servizio di assistenza e sostegno libero da qualsiasi forma di pregiudizio, di discriminazione e da qualsiasi forma di distorsione della valutazione causata da stereotipi.
j. Sostenere tutte le azioni di rivendicazioni, tutela e promozione dei diritti delle Persone;
k. Partecipare ad iniziative a livello europeo e internazionale per ampliare i diritti umani e civili di tutte le Persone, ivi inclusa la collaborazione e lo sviluppo;
l. Operare nei settori dell’assistenza sociale, sanitaria e socio-sanitaria al fine di fornire servizi per il benessere di tutte le Persone;
m. Costruire un dialogo e realizzare alleanze e collaborazioni con enti terzi di qualsiasi tipo e nazionalitá, con organizzazioni benefiche e altre associazioni, forze sociali e movimenti, al fine di rafforzare la lotta contro la violenza, contro le discriminazioni e pregiudizi.
n. Svolgere qualunque attivitá patrimoniale, economica, finanziaria nonché stipulare convenzioni con Enti pubblici o privati qualora tali attivitá o convenzioni siano necessari al raggiungimento dei propri fini nel rispetto delle normative di legge vigenti;
o. Organizzare occasionalmente, nei limiti consentiti dalla legge, raccolte pubbliche di fondi, in concomitanza di celebrazioni, ricorrenze, convegni o campagne di sensibilizzazione per il raggiungimento dei propri scopi.